Blog

Recensione videocamera Nest Cam Indoor, gli occhi smart che guardano per noi

124228 Visualizzazioni

Per sentirsi sicuri nella propria casa la prima soluzione utile è quella di installare un impianto di allarme, ma per avere degli occhi in casa anche quando si è fuori è opportuno un impianto di sorveglianza costituito da telecamere; oggi con la tecnologia che la fa da padrona, avere un impianto di sorveglianza smart rende il tutto decisamente più comodo.

In questo campo si è affacciata anche la famosa Nest, azienda nota per i suoi termostati e rilevatori di monossido di carbonio, che ha catturato l’attenzione di Google, e nel 2014 l’ha acquisita per 3,2 miliardi.

Da i termostati smart alle telecamere di sorveglianza il passo è breve, per Nest il termine casa viene descritto come il “rifugio sicuro in cui sentirsi a proprio agio”.

La loro missione è creare una casa intelligente e sensibile che si prenda cura delle persone che la abitano e del mondo che la circonda.

Nest mette in catalogo quattro videocamere per la precisione, 2 per interni e 2 per esterni, l’ultima in ordine di arrivo è la Nest Cam IQ per esterno che abbiamo avuto modo di testare insieme con le sorelle Nest Cam IQ e Nest Cam Indoor, entrambe per interno.

In questa recensione andremo a vedere la Nest Cam Indoor.

La Nest Cam Indoor si avvicina maggiormente alle altre videocamere di sorveglianza presenti sul mercato; ma se può esserlo per il design, per tutto il resto non è cosi, infatti la sua costruzione è in metallo, cosi come il supporto da parete (con fermacavo) presente in confezione, in cui troviamo anche tre viti per il montaggio ed un lungo cavo microUSB/USB-A con alimentatore circolare.

La base della cam possiede un magnete che permette di posizionarla a superfici metalliche; un magnete potente che tornerà davvero comodo, per esempio attaccandola al frigo (in qualsiasi inclinazione la metterete rimarrà stabile). Ma non finisce tutto qui, perché svitata dalla sua base potete avvitarla direttamente su un supporto o un treppiede standard.

Specifiche tecniche:

Videocamera sensore da 1/3″ e 3 MP con milioni di colori e zoom digitale 8x

Video fino a 1080p (1920×1080) a 30 fotogrammi/sec, codifica H.264

Campo visivo 130° in diagonale

8 LED infrarossi a elevata potenza (850 nm) con filtro infrarossi

Altoparlante, Microfono, LED RGB

Wi-Fi 802.11a/b/g/n, 2,4 GHz o 5 GHz

(crittografia WEP, WPA, WPA2 supportata)

Bluetooth Low Energy (BLE) 4.0

 

Funzioni:

  • Streaming continuo 24/7 in HD a 1080p
  • Avvisi di movimento
  • Avvisi sonori
  • Visione notturna
  • Parla e ascolta
  • Clear Zoom

La funziona che merita maggiori dettagli è sicuramente la Clear Zoom, uno zoom digitale fino ad 8x che permette di ingrandire una zona e con un semplice clic su “migliora” metterà a fuoco l’area desiderata aumentandone la nitidezza grazie al sensore da 3 MP, ottenendo un risultato che mi ha davvero stupito e che fino ad ora non ho mai trovato in nessuna videocamera.

Parlando della configurazione, che rimane la stessa per tutti i prodotti Nest, è davvero semplicissima; per prima cosa sarà opportuno scaricare l’applicazione Nest ed avviarla, cliccate la voce per aggiungere un nuovo dispositivo; inquadrate il codice QR (stampato su ogni dispositivo); abbinate il prodotto alla rete internet che preferite e voilà sul tutto è finito e pronto al vostro servizio. Per ciascuna telecamera non ho mai avuto problemi di configurazione, può sembrare una cosa stupida ma solitamente non sempre è tutto cosi semplice e senza problemi quando si parla di tecnologia.

Settaggi

Per quanto riguarda l’aspetto software delle telecamere, dobbiamo considerare separatamente ciò che è nativo da quello che invece si aggiunge abbinando ad esse un servizio cloud che si chiama Nest Aware.

Di suo possiamo programmare accensione/ spegnimento in vari modi; scegliendo in base ai giorni della settimana oppure quando siamo o meno a casa, associando il telefono di riferimento, all’interno dell’app, dove fuori un certo campo capiranno se siamo a casa e da li attivarsi/ disattivarsi. Ogni avviso verrà recapitato con notifiche push e/o tramite notifica email e maggiormente nel dettaglio è possibile essere avvisati se una persona parla, cane abbaia etc…

               

Lato video sarà possibile personalizzare se voler ruotare l’immagine, effettuare in manuale o automatico la visione notturna e optare per la qualità d’immagine; vista la qualità maggiore delle Nest Cam IQ i livelli di qualità aumentano a 4 (3 per la Nest Cam Indoor), come il consumo dei dati ovviamente.

               

Non possedendo uno slot per la memoria, le telecamere Nest non danno modo di archiviare i video al loro interno o di trasferirli ad eventuali server NAS, ma verranno visualizzate piccole porzioni di eventi solo quando si presenta la notifica. Per questo ci pensa Nest Aware con il quale le telecamere raggiungono il massimo potenziale.

L’abbonamento al Nest Aware rimane pur sempre facoltativo, però dobbiamo ammettere che senza di esso si perdono alcune funzioni davvero interessanti, quali? in primis la possibilità di ricevere una notifica se la videocamera rileva un familiare o una persona sconosciuta o creare zone attive attorno alle aree più importanti e ricevi avvisi speciali quando accade qualcosa in quei punti.

Il primo mese di prova è gratuito, successivamente avete diverse opzioni; la soluzione standard ha un costo di 50€ all’anno o 5€ al mese (ad un massimo di 300€ all’anno o 30€ al mese) per avere il massimo delle funzionalità ed una cronologia video di 5 giorni. Risparmia fino al 50% sull’abbonamento Nest Aware per le altre Nest Cam installate in casa.

Se vorrete optare per la soluzione gratuita, quindi senza abbonamento, potrete rivedere le ultime tre ore di eventi, e solo sotto forma di fotografia. Tolto il Nest Aware, le telecamere Nest sono compatibili con Google home, IFTT, Philips Hue, LIFX, etc…

Credits: https://www.socialandtech.net/recensione-videocamere-nest-gli-occhi-smart-che-guardano-per-noi/

Questo post ti ti è stato utile?

Lascia un commento

Codice di sicurezza